Dalla rocca a Guzzano

Partendo dal medievale borgo della Rocca oltrepassando la porta Freccioni, si scende verso il laghetto di Bagnolo usato in passato per l’irrigazione del podere del Parugiano. Continuando lungo la vecchia strada del podere Carboni si giunge alla villa del Barone, costruzione massiccia e compatta dall’aspetto aulico e solenne, arricchita da fontane, cascate, ninfei e viali connessi all’ambiente rurale circostante. Il sentiero continua in un paesaggio rurale dominato dagli ulivi e cosparso di case padronali con belli esempi di architettura rurale turrita. Infine si raggiunge la Fonte di Guzzano, sorgente che alimenta il rio Sermogliana e che nel 1761 fu canalizzata per irrigare i campi dell’omonimo podere.

Condividi