Home Page » Montemurlo comunica » Notizie dal Comune » Montemurlo festeggia il 25 aprile. Il sindaco Calamai:«Condannare ogni tentativo di edulcorazione e negazionismo»

Montemurlo festeggia il 25 aprile. Il sindaco Calamai:«Condannare ogni tentativo di edulcorazione e negazionismo»

Sindaco Calamai
mar 25 apr, 2023

 

Stamattina la cerimonia nella nuova piazza pedonale del centro cittadino. Tanti i cittadini e le associazioni presenti

Montemurlo questa mattina ha celebrato il 25 aprile, festa della Liberazione dal nazifascismo. Tanti i cittadini e le associazioni che si sono ritrovate di fronte al monumento ai caduti nella nuova piazza pedonale di fronte al municipio, dove si è svolta la cerimonia di deposizione di una corona d'alloro, scortata dai carabinieri e dalla polizia municipale, e il discorso del sindaco Simone Calamai. Una nuova piazza a disposizione di tutti i montemurlesi, un centro civico che «s'ispira ai valori e ai diritti che la comunità ha avuto in dono dalla Resistenza e dalla lotta di liberazione dal nazi-fascismo». Un giorno, il 25 aprile, che è a fondamento della Carta costituzionale e di tutte le libertà democratiche, come ha ricordato il sindaco Calamai: «A 78 anni dalla Liberazione è da condannare ogni tentativo di edulcorazione, negazionismo o revisionismo di quello che è successo. - ha detto - È nostro dovere promuovere la memoria ed è un dovere di tutte le cariche istituzionali del nostro Paese festeggiare questa ricorrenza sulla quale di fonda la nostra Costituzione». La Resistenza per Calamai è fondamento etico del nostro Paese e fa appello a tutti, attraverso le parole di Tina Anselmi, partigiana e prima ministro donna affinché le libertà conquistate siano difese La Democrazia è un regime politico esigente. Esige infatti un'educazione alla libertà, che è anche responsabilità, ed un costante impegno”. Il sindaco Calamai si è poi rivolto ai giovani, spronandoli a credere nei propri ideali: «La Resistenza ci insegna che c’è bisogno di donne e uomini liberi e fieri che non chinino la testa e la schiena di fronte a chi vorrebbe farci tornare a epoche oscure.- ha concluso il sindaco- C’è bisogno di studiare, d'impegnarsi per immaginare un tempo nuovo, un tempo di pace e di fratellanza tra i popoli». La cerimonia è stata chiusa dal giovane Lorenzo Palumbo, rappresentante di Anpi Montemurlo, che ha letto un brano di Piero Calamandrei, uno dei padri della nostra Costituzione. A suonare il silenzio e l'inno d'Italia era presente Stefano Pratesi della Filarmonica “Giuseppe Verdi” di Montemurlo.

In allegato alcune foto della cerimonia

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

ven 15 set, 2023
  Un intero pomeriggio di eventi dedicati alla cittadinanza e alle associazioni del territorio. ....
ven 08 set, 2023
  Alle vittime della strage nazi-fascista sarà intitolata la rotatoria di fronte al municipio tra ....
lun 04 set, 2023
  In segno di rispetto verso il dolore della famiglia sono stati rimandati “Bagnolo al chiaro ....
dom 03 set, 2023
  Il sindaco “Una tragedia che colpisce tutta la comunità” Il sindaco Simone Calamai ....
gio 10 ago, 2023
  Solo la polizia municipale garantirà il regolare svolgimento del servizio Il Comune di Montemurlo ....
lun 07 ago, 2023
  Nell’ultima seduta del consiglio comunale è stata approvata la variazione di bilancio attraverso ....
mar 01 ago, 2023
  La puntata in onda domani 2 agosto in prima serata. Il nutrizionista montemurlese parlerà di salute ....
ven 28 lug, 2023
  Montemurlo fa parte di quegli enti che non sono abilitati di diritto a effettuare le funzioni ....

In questa pagina