Home Page » Montemurlo comunica » Notizie dal Comune » "Bischerotto tour", da Prato a San Rossore in carrozza, un viaggio lento per richiamare l'attenzione sulla salute mentale e favorire l'inclusione

"Bischerotto tour", da Prato a San Rossore in carrozza, un viaggio lento per richiamare l'attenzione sulla salute mentale e favorire l'inclusione

Comune di Montemurlo
ven 28 mag, 2021

 

Partecipano all'iniziativa alcuni ragazzi con disabilità psichica e i loro familiari: un modo per rafforzare l'autostima e ritrovare un po' di socialità dopo i lunghi mesi di isolamento a causa della pandemia. A salutare le carrozze di passaggio da Oste c'erano il sindaco Simone Calamai e l'assessore al sociale, Alberto Fanti. L'iniziativa è promossa dall'associazione La Ciompa di Prato con l'associazione che si occupa di salute mentale Pangea e Diapsigra

Stamattina a Oste, nella piazza tra via Pistoiese e via della Viaccia, ha fatto la prima tappa il “Bischerotto tour”, il viaggio d'altri tempi in carrozza, promosso dall'associazione La Ciompa di Vainella (Prato), partito oggi da Prato che domenica 30 maggio arriverà nella tenuta di San Rossore. A salutare la colorata carovana non sono voluti mancare il sindaco di Montemurlo, Simone Calamai e l'assessore alle politiche sociali, Alberto Fanti che hanno sottolineato il valore dell'iniziativa per la promozione di azioni di inclusione sociale.

Cento chilometri - attraverso quattro province (Prato, Pistoia, Lucca, Pisa) - da percorrere lentamente in tre giorni, accompagnati dal romantico tintinnio degli zoccoli e circondati dalla bellezza dei paesaggi toscani. Tre le carrozze impiegate (di cui una d'epoca e una da maratona per prove sportive ), trainate da sei cavalli di razze italiane, lungo le vecchie strade battute, fino alla metà del Novecento, dai carrettieri che trasportavano le merci dalla costa fino alla Toscana centrale.

Un viaggio particolarmente importante, perché vede come protagoniste alcune persone disabili con problemi psichici e mentali, seguiti dall'associazione Pangea di Prato, accompagnati dai loro familiari, riuniti nell'associazione Diapsigra. Alcuni dei ragazzi coinvolti nell'esperienza, oltre a godersi il viaggio, infatti, guideranno, per brevi tratti, le carrozze insieme ai tecnici e avranno così la possibilità di rafforzare la propria autostima e sentirsi parte di un gruppo. « È un'esperienza di socializzazione e inclusione che vuole tenere alta l'attenzione sul problema della salute mentale e togliere lo stigma sociale su chi soffre di queste problematiche.- spiega Cristina Tacconi dell'associazione Pangea - I disabili hanno sofferto più di altri il problema dell'isolamento a seguito della pandemia e questo viaggio rappresenta anche un modo per tornare a uscire e stare insieme». Mascotte del “Bischerotto Tour” è un simpatico pupazzo, nato dalla fusione del “biscotto” di Prato con il pinolo di San Rossore, meta del viaggio« Uno spostamento lento e riflessivo che è stato reso possibile grazie ai saperi che ci ha trasmesso Leopoldo Toccafondi, 89 anni, veterano del gruppo- anche oggi alla guida della sua carrozza- che fin da giovane ha fatto il carrettiere su queste stesse strade e ci ha comunicato la passione e le competenze per condurre le carrozze. - spiega il montemurlese Mirko Belli dell'associazione La Ciompa - Il mondo degli attacchi (delle carrozze n.d.r) ha in sé molti aspetti utilissimi per imparare a lavorare in gruppo e per valorizzare le capacità delle persone, anche quelle con disabilità, con un impatto positivo sull’autostima e sull'integrazione».. In segno di riconoscimento della sosta della piccola carovana suò territorio montemurlese, il sindaco Simone Calamai ha regalato a ciascuno dei viaggiatori, un merlino, l'antica moneta di Montemurlo:« Un'iniziativa davvero bella che ci deve spingere a riscoprire l'importanza e il fascino della mobilità lenta come quella in carrozza. Un viaggio, poi, dal grande valore sociale che promuove l'inclusione delle persone con problemi di salute mentale attraverso la riscoperta di un'attività antica come quella della guida delle carrozze»

Stamattina, al momento della partenza delle carrozze da Prato, c'era anche il primario di psichiatria dell'ospedale Santo Stefano, Giuseppe Cardamone a salutare il gruppo.

Partecipano all'iniziativa anche GIA che ha come scopo societario la diffusione della cultura e della tradizione degli Attacchi e la salvaguardia del patrimonio di carrozze d’epoca in Italia e Liberamente Natural con sede in Pomarance .


 

L'ASSOCIAZIONE LA CIOMPA- L ‘associazione La Ciompa con sede in Prato in via di Vainella 1/f, si dedica a promuovere e far rispettare il valore del cavallo come compagno di avventure emetodo di vita. Si impegna da anni nell’allevare e divulgare il piacere del mondo equestre in tutti i suoi aspetti: da quello legato alla sella a quello degli attacchi. Il mondo degli attacchi ha in se fisiologicamente molti aspetti utilissimi per oltrepassare i limiti fisici, relazionali e a volte anche culturali che spesso impediscono relazioni e apprendimenti corretti. L’attenzione per la tradizione e la cultura, la condivisione di spazi ristretti dove è fondamentale la comunicazione e la collaborazione rendono particolarmente efficaci progetti di integrazione e valorizzazione delle capacità della persona con un impatto assolutamente positivo sull’autostima e la disponibilità al lavoro di gruppo. Sport e vita in una carrozza si fondono dando origine ad una esperienza unica.


 

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

mar 26 ott, 2021
Il Comune di Montemurlo informa che sono stati riaperti i termini per partecipare alla  Misura straordinaria ....
mer 20 ott, 2021
  Per presentare domanda c'è tempo fino al prossimo 5 novembre Il Comune di Montemurlo informa che ....
lun 27 set, 2021
  Il Comune di Montemurlo ha aderito alla procedura regionale per l'individuazione di alloggi da ....
gio 17 giu, 2021
    Il bonus sociale è stato reso automatico con l’inizio del nuovo anno, dal 1° gennaio ....
mer 16 giu, 2021
  I servizi Punto Insieme e Segretariato sociale sono attivi al Distretto Usl di via Milano Il Comune ....
mar 15 giu, 2021
  Venerdì 18 giugno ore 21 nel parco di Villa Giamari gli studenti del Liceo Brunelleschi, sotto ....
mar 08 giu, 2021
  Lo spazio, dedicato ai ragazzi dai 14 ai 24 anni, offre informazioni e consulenze su sessualità, ....
gio 27 mag, 2021
  Il Comune di Montemurlo aderisce all’iniziativa Unicef “Lunga vita ai diritti” ....

Eventi correlati

Data: 14-07-2017
Luogo: Piazza Amendola, Oste
Dal 14-07-2017
al 16-07-2017
Luogo: Piazza Amendola, Oste
Data: 12-07-2017
Luogo: Via Montalese, zona centro e Via Rosselli
Data: 29-06-2017
Luogo: Centro culturale La Gualchiera, via Carbonizzo 9
Data: 29-06-2017
Luogo: Piazza delle Libertà
Data: 28-06-2017
Luogo: Piazza delle Libertà

In questa pagina