Home Page » Montemurlo comunica » Notizie dal Comune » Al via ai nuovi buoni spesa e il Comune crea un fondo di solidarietà per famiglie e imprese in difficoltà

Al via ai nuovi buoni spesa e il Comune crea un fondo di solidarietà per famiglie e imprese in difficoltà

Spesa
lun 07 dic, 2020

 

Il Governo ha stanziato 109 mila euro ai quali si aggiungono 50mila euro di fondi comunali. Il Comune ha aperto un conto corrente sul quale poter fare donazioni a sostegno di famiglie e attività in crisi

Sabato sera, 5 dicembre, il sindaco Simone Calamai, insieme agli assessori della giunta comunale, ha acceso in diretta Facebook, sulla pagina del Comune, il grande albero di Natale che si trova di fronte al municipio. «Un gesto che vuol essere un segno di speranza e di buon auspicio per un futuro migliore in un anno segnato dalla malattia e da tante difficoltà economiche per famiglie e imprese», ha sottolineato il sindaco Simone Calamai, che nell'occasione ha annunciato che mercoledì 9 dicembre sarà possibile presentare domanda per accedere alla nuova distribuzione dei buoni spesa. Il Governo, attraverso una specifica ordinanza del Dipartimento della Protezione civile, ha assegnato a Montemurlo 109 mila euro, ai quali il Comune ha aggiunto 50 mila euro di risorse proprie, sempre da destinare a pacchi alimentari. Dei 50 mila euro di fondi comunali, 10 mila saranno destinati specificamente al Progetto Vela, che oramai molti anni si occupa del sostegno delle famiglie indigenti del territorio, grazie alla collaborazione tra il Comune, l'associazione San Vincenzo de' Paoli di Montemurlo e la Caritas di Oste. Questi fondi potranno essere spesi, oltre che per gli alimenti, anche per il pagamento delle utenze per aiutare le persone in grave difficoltà economica e mantenere così la coesione sociale.

In quest'anno così difficile, però, il Comune di Montemurlo ha voluto fare ancora di più per sostenere concretamente chi è in difficoltà ed ha promosso una raccolta straordinaria di fondi tramite l' istituzione di un conto corrente dedicato. I soldi che arriveranno dalle donazioni andranno a coprire le esigenze delle famiglie o delle attività in crisi a causa del Covid-19. «L'invito che faccio a tutti coloro che ne hanno le possibilità economiche è quello di poter contribuire a questo fondo che servirà ad aiutare chi, a causa del Coronavirus, si trova in difficoltà. - continua il sindaco Simone Calamai -Sono certo che ancora una volta Montemurlo saprà dimostrare il suo grande cuore e la sua grande generosità verso chi sta attraversando un brutto periodo e che ha bisogno di un aiuto per andare avanti. Non vogliamo lasciare indietro nessuno: ci salviamo tutti se aiutiamo tutti».

L'Iban del Conto corrente dedicato presso Banca Intesa San Paolo, sul quale fare le donazioni è IT 82 H 03069 37979 100000046001. Indicare come causale "Fondo solidarietà Covid 19- Donazioni e liberalità famiglie e imprese per emergenza Coronavirus"

L'altro importante messaggio che il sindaco Simone Calamai ha voluto rivolgere alla comunità in occasione dell'accensione del grande albero di Natale è stato quello del sostegno al commercio di vicinato. Il sindaco ha invitato tutti a fare i regali di Natale acquistando nei negozi del territorio, perché ha sottolineato il sindaco: « nei nostri negozi non si trovano solo prodotti di qualità, ma anche tanta umanità e vicinanza che ci rende davvero comunità. Non lasciamo soli i nostri commercianti»

 

BUONI SPESA - Da mercoledì 9 dicembre fino a venerdì 18 dicembre alle ore 13 è possibile presentare domanda per ottenere i buoni spesa. Il Comune di Montemurlo mette a disposizione aiuti alimentari in favore delle persone che a causa delle emergenza sanitaria da Covid 19 ancora in atto, abbiano subito riduzioni della propria capacità economica, tramite erogazione di buoni spesa del valore di 20 euro, spendibili presso gli esercenti di Montemurlo inseriti in apposito elenco, che sarà disponibile dai prossimi giorni sul sito istituzionale del Comune. I buoni spesa saranno distribuiti fino a esaurimento delle risorse.

Requisiti- Per l'accesso al beneficio (solo persone fisiche) è necessario essere residenti nel Comune di Montemurlo,1), dimostrare le riduzioni del reddito familiare a causa dell'emergenza sanitaria, mediante autocertificazione, avere un patrimonio mobiliare con saldo al 30 giugno 2020 non superiore a euro 10 mila. L'ammissione di non residenti al beneficio sarà valutata alla luce delle norme di tutela della salute dell'individuo vigenti sul territorio italiano e delle norme di protezione internazionale.

Modalità di presentazione della domanda - La domanda, redatta sull'apposito modulo scaricabile dal sito www.comune.montemurlo.po.it in formato editabile, deve essere presentata all’ufficio protocollo del Comune, in modalità telematica, all'indirizzo protocollo@comune.montemurlo.po.it, allegando il modulo all'e-mail ed indicando nell'oggetto "buoni spesa + nome e cognome del richiedente". Il modulo deve essere sottoscritto con firma autografa ed alla domanda deve essere accompagnato un documento di identità valido, pena l'esclusione della domanda.La domanda può essere presentata anche tramite sottoscrizione digitale del modulo, nel qual caso non è necessario l'invio del documento di identità, oppure tramite pec personale all'indirizzo: comune.montemurlo@postacert.toscana.it.

Solo ed esclusivamente in caso di impossibilità all’utilizzo della forma telematica, sarà possibile presentare la domanda personalmente dal lunedì al venerdì presso lo Sportello al Cittadino, in Via Toscanini 1 - Montemurlo (PO), dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e previo appuntamento telefonico da fissare chiamando il numero 0574 558556 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.

Alla domanda andranno allegati i seguenti documenti: documento d'identità valido del richiedente; permesso di soggiorno valido (per cittadini extracomunitari) del richiedente; estratto conto dei componenti maggiorenni del nucleo familiare al 30 giugno 2020 ed eventuale certificato di disabilità (per coloro che lo dichiarano).

Valutazione delle domande - La valutazione delle condizioni socio economiche sarà effettuata a cura dell’ufficio politiche sociali del Comune di Montemurlo, con la consulenza e la collaborazione del servizio sociale professionale della Società della Salute Area pratese.Saranno escluse le domande non redatte sul modulo apposito, prive di firma, non corredate di documento di identità, non corredate di documento di soggiorno (se richiesto); incomplete oppure pervenute oltre il termine. Il Comune effettuerà controlli sulle dichiarazioni presentate anche con l'ausilio della Guardia Finanza.

I buoni di solidarietà alimentare saranno erogati in base all'ordine della graduatoria e consegnati ai beneficiari presso il COC- Centro comunale di Protezione Civile (via Toscanini,25) che contatterà i beneficiari al numero di telefono indicato sulla domanda.

Punteggi- Saranno attribuiti due punti a chi avrà una somma degli estratti conto del nucleo compresa tra euro 0 e 5 mila; 1 punto per chi ha la somma degli estratti conto del nucleo compresa tra 5 mila e 10 mila euro.

Avranno diritto a 1 punto ulteriore i nuclei monoreddito, la presenza in famiglia di una persona con più di 65 anni o con un'età inferiore a 6 anni, persone con disabilità certificata, spese di locazione o rate per il mutuo per l'abitazione familiare infine per isee inferiore a euro 7.100,00.

L’importo massimo erogabile a ciascun nucleo familiare è così definito: nucleo composto da una persona: 120 euro; due persone 200 euro, tre persone 280 euro, quattro persone 360 euro, cinque o più persone 400 euro.L'importo totale sarà ridotto del 50% in presenza di altri benefici economici di natura pubblica di cui usufruisce il nucleo (ad esempio, reddito di cittadinanza, reddito di emergenza, Cassa integrazione, NASPI, benefici pubblici per il sostegno all'affitto).I buoni di solidarietà sono finalizzati tassativamente all’acquisto di generi di prima necessità ( compresi farmaci, materiale per la pulizia della persona e per la pulizia della casa).I buoni sono spendibili entro il 30 marzo 2021 e sono cumulabili, non convertibili in valuta, non danno diritto a resto, sono nominativi e quindi non cedibili. Con i buoni spesa non si possono comprare alcolici, ricariche telefoniche, cosmetici, tabacchi.

La graduatoria degli ammessi e l'elenco degli esclusi saranno pubblicati sul sito del Comune di Montemurlo a partire dal 29 dicembre 2020.con il rispettivo numero di protocollo, rilasciato all'interessato tramite e-mail o telefonicamente, al momento della presentazione della domanda al protocollo del Comune.

Informazioni e contatti- Per informazioni e appuntamenti ci si può rivolgere al Servizio Politiche Sociali, chiamando il numero 0574 558556 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00, oppure scrivere una mail a buonispesa@comune montemurlo.po.it.

Allegato: avviso buoni dicembre.pdf (81 kb) File con estensione pdf

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

ven 22 gen, 2021
  Da lunedì 25 gennaio al via alle nuove domande. C'è tempo fino al prossimo 5 febbraio. Si tratta ....
ven 08 gen, 2021
  Il centro Kinetik Lab, aperto solo da qualche mese, è la scommessa di un giovane preparatore atletico, ....
ven 08 gen, 2021
  In campo le associazioni Cisom, Vab e Carabinieri in congedo. Il sindaco Calamai e l'assessore ....
mar 05 gen, 2021
  Grande successo per l'iniziativa “Calza della solidarietà” promossa da Lions Montemurlo ....
lun 04 gen, 2021
  Il contributi riguarderanno il commercio, le imprese artigiane e le attività di somministrazione ....
dom 03 gen, 2021
    Oltre all’ex consigliere comunale Benito Presentini, il 31 dicembre è morto un uomo ....
dom 03 gen, 2021
    Presentini aveva 83 anni. Consigliere dal 2004 al 2014 prima nei Ds e poi nel Pd. Il sindaco ....
gio 31 dic, 2020
    ‼Coronavirus, aggiornamento contagi del 31 dicembre 2020 ore 21.45‼Il sindaco ....

In questa pagina