Home Page » Montemurlo comunica » Notizie dal Comune » Provvedimenti per la prevenzione ed il controllo delle malattie trasmesse da insetti vettori ed in particolare dalla zanzara tigre

Provvedimenti per la prevenzione ed il controllo delle malattie trasmesse da insetti vettori ed in particolare dalla zanzara tigre

Comune di Montemurlo
mar 11 giu, 2019

Il comune, al fine di combattere la sviluppo delle zanzare (zanzara tigre e zanzara comune) interviene, tramite il gestore del servizio rifiuti, con trattamenti larvicidi nelle aree pubbliche utilizzando prodotti a basso impatto ambientale. Tali trattamenti vengono effettuati normalmente da maggio ad ottobre, ma in caso di alte temperature possono essere effettuati anche nel mese di novembre e sono mirati ad impedire lo sviluppo delle larve di zanzare. I trattamenti larvicidi offrono ampie garanzie di sicurezza nei confronti dell’uomo, dell’ambiente, degli animali e degli insetti “utili”. Invece l'uso di trattamenti adulticidi è un'opzione a cui ricorrere in via straordinaria solo nel caso di una comprovata elevata densità di zanzare adulte. L'effetto abbattente del trattamento adulticida è sempre parziale e di durata limitata nel tempo.
Tuttavia la lotta contro le zanzare può essere efficace solo se anche i cittadini collaborano nel contrastare l’infestazione, trattando con prodotti larvicidi le aree di competenza privata, nelle quali possono formarsi dei ristagni d’acqua oppure adottando determinati comportamenti. Il Comune ha quindi emesso un’ordinanza, nella quale sono indicate le azioni da porre in essere per evitare lo sviluppo delle zanzare e sono previste le sanzioni, che potranno, eventualmente, essere applicate in caso di inosservanza della stessa.
In particolare occorre trattare, con cadenza che varia a seconda dell’efficacia del prodotto utilizzato, caditoie e tombini privati nel quali possa ristagnare l’acqua piovana; eliminare dai piazzali, dai giardini e dalle aree comuni condominiali o di aziende depositi di materiali (es. bidoni, copertoni, etc…) ed altri manufatti, nei quali possano formarsi dei ristagni d’acqua; svuotare sempre i sottovasi quando si innaffia, i secchi, gli innaffiatoi e simili utilizzati per l’innaffiamento; gli orti devono essere irrigati direttamente col tubo e non mediante l’acqua contenuta in contenitori come bidoni, secchi, innaffiatoi, ect., oppure, nel caso essi non possano essere eliminati, questi dovranno essere coperti con coperchi o con zanzariere integre e ben tese.
Questi sono alcuni dei comportamenti ai quali occorre attenersi, come meglio indicato nell’ordinanza sindacale pubblicata al seguente link.

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

gio 26 mag, 2022
  Il birrificio, che fa parte della Filiera Corta di Montemurlo, ha conquistato il bronzo alla competizione ....
gio 28 apr, 2022
  Otto classi terze elementari coinvolte nel progetto che insegna a mangiar bene e fa conoscere ....
lun 28 mar, 2022
  C'Ŕ tempo fino al prossimo 29 aprile per presentare domanda. L'orto pu˛ essere coltivato solo ....
lun 28 mar, 2022
  Il sindaco Simone Calamai ha presentato all'assessora regionale l'azienda agricola La Contessa ....
mer 20 ott, 2021
  Colpa del caldo primaverile anomalo e delle gelate impreviste dell'aprile scorso che hanno compromesso ....
lun 09 ago, 2021
  Emergenza idrica per la fauna selvatica che ha trovato casa nella zona dell'ex discarica, oggi ....
lun 10 mag, 2021
  Le bancarelle mercatino del giovedý mattina traslocano temporaneamente in piazza della LibertÓ ....
mer 02 dic, 2020
  L'azienda vinicola di Bagnolo, leader per la produzione del Pinot Nero, nell'anno della pandemia, ....

Eventi correlati

Dal 20-01-2015
al 12-02-2015
Luogo: Centro Giovani, Piazza Don Milani 3

In questa pagina