Home Page » Montemurlo comunica » Notizie dal Comune » I 70 anni della Liberazione a Montemurlo

I 70 anni della Liberazione a Montemurlo

Comune di Montemurlo
sab 25 apr, 2015

Il sindaco nel suo discorso in piazza della Libertà ha ricordato la gente comune che mise a repentaglio la propria vita per sostenere la Resistenza e la lotta al nazi-fascismo

Si è svolta questa mattina in piazza della Libertà a Montemurlo la cerimonia ufficiale di commemorazione del 25 aprile, festa della Liberazione. Una data importante, perché proprio quest'anno ricorrono i settant'anni dalla fine dell'occupazione nazi-fascista dell'Italia. Il sindaco nel suo discorso ha ricordato come il 25 aprile rappresenti il “rinascimento” dei diritti dopo gli anni bui della guerra, della dittatura, delle stragi e delle persecuzioni. Una festa che per il primo cittadino ha ancora un forte valore, sopratutto oggi che assistiamo all' esodo biblico dall'Africa di migliaia di disperati e ad una pericolosa recrudescenza delle persecuzioni religiose e razziali. Il sindaco, quindi, ha chiesto a tutti di non far finta di non vedere, a non rimanere indifferenti, a non ripetere gli errori del passato, ma a lavorare uniti per arrivare ad una soluzione pacifica dei conflitti che affliggono molte parti della terra. In particolare, il sindaco ha chiamato in causa l'Europa, che non può avere solo un ruolo economico, ma che deve essere anche “l'Europa dei diritti e delle libertà”. Un discorso molto sentito che ha avuto anche come protagonisti gli “eroi sconosciuti” della Resistenza, quei montemurlesi - operai, contadini, piccoli artigiani - che a rischio della propria vita, sostennero la lotta di liberazione, offrendo cibo, rifugio e protezione ai partigiani e ai soldati alleati. Il sindaco, poi, ha ricordato Marcello Martini, deportato a soli 14 anni nel campo di concentramento di Mauthausen, a cui l'amministrazione ha concesso la cittadinanza onoraria, i deportati montemurlesi Gino Gelli e Erasmo Meoni, il giovane Tamare Meucci, impiccato dai nazi-fascisti, perché scambiato per un partigiano. Una festa, dunque, per non dimenticare quanti morirono per la libertà di questo Paese e per non dimenticare che la libertà non è una diritto scontato, ma un valore che va sempre difeso e perseguito.

f.m.

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

ven 07 ott, 2022
    Acquisizione di proposte e osservazioni dei cittadini preventive all'approvazione dell'atto ....
gio 17 mar, 2022
  Un bilancio del valore sulla parte corrente di 18,3 milioni di euro che guarda al futuro e allo ....
mar 15 mar, 2022
  Si tratta del terzo consiglio comunale congiunto, il primo a Montemurlo. Si doveva celebrare in ....
ven 11 mar, 2022
  Appuntamento marted́ 15 marzo ore 17 nel teatro della Sala Banti Nell'ambito delle celebrazioni ....
lun 07 mar, 2022
  Il Comune di Montemurlo ha ridotto a 25 giorni di media i termini di pagamento verso i fornitori ....
mar 01 mar, 2022
  Un percorso di consapevolezza sull'uso del linguaggio in rete rivolto alle classi terze della ....
ven 14 gen, 2022
  Il sindaco Simone Calamai ha raccolto le segnalazioni dei cittadini e ha portato in Commissione ....
mar 21 dic, 2021
  La variante 2 al piano operativo ha previsto l'esproprio di alcuni terreni per poter completare ....

Eventi correlati

Data: 12-03-2020
Consiglio comunale
Data: 28-11-2019
Luogo: Sala Consiliare A. Menicacci - Via Montalese, 474 - Montemurlo
Data: 30-01-2019
Luogo: Sala Consiliare A. Menicacci - Via Montalese, 474 - Montemurlo
Data: 20-11-2018
Luogo: Sala Consiliare A. Menicacci - Via Montalese, 474 - Montemurlo
Data: 29-10-2018
Luogo: Sala Consiliare A. Menicacci - Via Montalese, 474 - Montemurlo
Data: 27-09-2018
Luogo: Sala Consiliare A. Menicacci - Via Montalese, 474 - Montemurlo

In questa pagina