Comune di Montemurlo

Dormitori abusivi, blitz della polizia municipale in due appartamenti a Oste

Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Comune di Montemurlo
Comune di Montemurlo
Notizie dal Comune
Icona freccia bianca
Home Page » Montemurlo comunica » Notizie dal Comune » Dormitori abusivi, blitz della polizia municipale in due appartamenti a Oste
Dormitori abusivi, blitz della polizia municipale in due appartamenti a Oste
Comune di Montemurlo
14-01-2016

Con pannellature in legno, ricavati trenta “loculi” dotati di lucchetto. Le camerette erano sub- affittate da due cinesi ai connazionali che lavorano in zona.

Stretta della polizia municipale sugli appartamenti presi in affitto e trasformati in “dormitori abusivi”. L'ultimo blitz degli agenti della polizia municipale è di qualche giorno fa in un grande condominio nel centro di Oste, dove già in passato si erano verificati problemi di convivenza tra inquilini di diverse nazionalità. In seguito ad alcuni esposti di cittadini residenti nel palazzo e varie altre segnalazioni, la polizia municipale è riuscita ad ottenere il mandato dalla Procura per ispezionare due appartamenti, presi in affitto da altrettanti cittadini cinesi, residenti fuori provincia. Qui, i due orientali avevano avviato una vera e propria attività di “affittacamere” abusivo, che aveva come “clienti” i connazionali che lavorano nelle attività manifatturiere della zona.

Una volta dentro le due abitazioni
(di circa cento metri quadri ciascuna), infatti, gli agenti hanno trovato una trentina di stanzette (dodici posti letto in un appartamento e quindici nell'altro). I piccoli “loculi dormitorio” erano stati realizzati attraverso la suddivisione de i locali con pannelli in legno, ciascuno dotato di una chiusura propria con tanto di lucchetto. Le camere da letto occupavano anche ripostigli, soggiorni e cucine, queste ultime smantellate per far posto ai letti. A disposizione degli “ospiti” degli appartamenti un solo bagno, nessuno spazio comune e nessun “angolo cottura”. Nelle stanze gli agenti hanno ritrovato, infatti, alcuni scalda - vivande con i quali, probabilmente, gli occupanti sopperivano al problema dei pasti. Le condizioni igieniche all'interno de lle abitazioni erano pessime, per non parlare della mancanza dei requisiti di sicurezza, aggravata dal sovraffollamento dei locali. La polizia municipale, quindi, ha provveduto al sequestro penale dei due appartamenti e d ha denunciato penalmente i due affittuari cinesi per i reati di abuso edilizio e per la trasformazione di un locale da abitativo a ricettivo senza le necessarie autorizzazioni. Nessun addebito, almeno per ora, per i due proprietari italiani degli appartamenti, per i quali bisognerà accertare se erano a conoscenza o meno della situazione d'illegalità che si consumava nei loro immobili.

La stretta dell'amministrazione comunale sull'illegalità negli appartamentini privati era stata annunciata dal sindaco Mauro Lorenzini e dall'assessore alla polizia municipale, Rossella De Masi, nella conferenza stampa di fine anno.

« I controlli massicci dei nostri agenti, anche di tipo preventivo, hanno migliorato sensibilmente la situazione nelle aziende condotte da cittadini stranieri. L'illegalità sempre più spesso, però, si va a insinuare negli appartamenti privati, per ispezionare i quali è molto più difficile ottenere i permessi», sottolinea De Masi e aggiunge il sindaco: «Come amministrazione non ci facciamo scoraggiare e intensificheremo i controlli nelle abitazioni private per stroncare il pericoloso fenomeno dei dormitori abusivi». Il sindaco e l'assessore De Masi, poi, rivolgono un plauso all'impegno e alla tenacia degli agenti costantemente impegnati nel controllo del territorio contro l'illegalità.« Nel corso degli anni abbiamo notato un accentuarsi della volontà delle ditte cinesi ad accettare le regole comportamentali e di sicurezza nei luoghi di lavoro. Qui diminuiscono gli illeciti anche se in contemporanea notiamo un aumento delle situazioni di degrado igienico e di sovraffollamento nelle abitazioni private e su questo fronte concentreremo la nostra attenzione per garantire maggiore sicurezza e tranquillità. Un ringraziamento va a tutti i cittadini che con le loro segnalazioni facilitano la nostra azione», conclude il comandante della polizia municipale, Gioni Biagioni.

f.m.

Notizie e Comunicati correlati

lun 25 nov, 2019
La polizia municipale di Montemurlo promuove una serie di incontri informativi per i genitori dei bambini ....
gio 14 nov, 2019
Durante la giornata di domenica 17 novembre in via della Rocca scatterà il divieto di transito. ....
gio 07 nov, 2019
Appuntamento al teatro della Sala Banti sabato 9 novembre ore 9,30. La decisione ha creato confusione, ....
mer 30 ott, 2019
Dal 6 marzo 2020 diventa obbligatoria l'installazione di seggiolini auto “intelligenti” ....
gio 24 ott, 2019
In appena tre ore di controllo stradale, la Municipale ha sanzionato ben 17 automobilisti che non avevano ....
mar 22 ott, 2019
Fermato un cittadino cinese che per conto di un bar di Prato forniva pasti alle ditte orientali della ....
gio 10 ott, 2019
I lavori inizieranno alle ore 7. Il traffico da e per Oste sarà deviato sui percorsi alternativi Inizieranno ....
mer 09 ott, 2019
La campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile, sabato 12 e domenica 13 ottobre, porta ....

In questa pagina

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

Comune di Montemurlo - via Montalese, 472/474 - 59013 Montemurlo (PO) - Telefono 0574 5581 - Fax 0574682363
P.IVA 00238960975 - Codice Fiscale 00584640486 - Codice catastale F572 - Codice ISTAT 100003 - PEC comune.montemurlo@postacert.toscana.it

Il sito Istituzionale del Comune di Montemurlo è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Rete Civica Po-net

Il progetto Comune di Montemurlo è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB Srl www.internetsoluzioni.it